Sabato la Giornata della salute della donna: visite e screening gratuiti. Emma e Gerini tra le testimonial

Un focus sulla salute femminile a tutto tondo, con tavole rotonde, screening gratuiti, porte aperte in 157 ospedali, eventi sul territorio e anche una regata sul Tevere, per parlare di prevenzione, salute e solidarietà.

Papilloma virus: infertilità e aborti anche se è colpito lui

Condotto dal dottor Andrea Garolla e dal direttore dell’Unità di andrologia e medicina della riproduzione dell’Azienda ospedaliera di Padova, Carlo Foresta, lo studio tutto italiano sottolinea l’importanza del vaccino contro il papilloma virus per scongiurare il rischio di un abbassamento della fertilità maschile e ridurre le possibilità di aborto.

Oltre le storie: intervista a Marisa Fiumanò

Oggi per la rubrica #oltrelestorie incontriamo Marisa Fiumanò, psicanalista e autrice del libro “A ognuna il suo bambino. Infertilità, psicanalisi e medicina della procreazione” edito da Nuove Pratiche Editrice, che tratta di procreazione assistita osservata da un punto di vista psicanalitico. Ciao Marisa, le tue ricerche e i tuoi studi si sono concentrati sulla sessualità femminile e sul rapporto fra psicoanalisi e nuove tecnologie. Come è nata questa tua particolare area di interesse? È stata una conseguenza naturale della domanda che ha guidato la mia prima analisi, una domanda sul “che vuole una donna?”. All’epoca, ero molto giovane, mi chiedevo se la femminilità fosse compatibile con la maternità, col desiderio di bambino, etc. Domande di tutte le donne, esplicitate o meno, indagate o no, tradotte o meno in scelte di vita. Nel mio caso si sono tradotte anche in una professione, una scelta in un certo senso obbligata, un destino forse. Ci sono altri modi per cercare risposte alle questioni fondamentali: poesia, letteratura, pittura, le arti insomma. Io ho lavorato sulle parole, sulla loro materialità, sul loro suono, sul discorso che tessevano, una volta pronunciate dal divano. Prima le mie parole, poi quelle delle mie pazienti e poi di nuovo […]

Ho deciso di congelare i miei ovociti

Il racconto di una 39enne che ha “fermato” l’orologio biologico e rimandato la maternità a tempi migliori. Ho deciso di congelare i miei ovociti per molte ragioni. Una vita professionale più che soddisfacente mi ha portato a ricoprire ruoli di crescente responsabilità all’interno di un’azienda multinazionale e a trascorrere il mio tempo tra Londra e Roma. Mi sono così trovata alla soglia dei 40 anni, in una condizione personale che non prelude, nell’immediato, la possibilità di avere un bambino. Non ho pianificato in maniera precisa quando e se utilizzare gli ovociti crio-conservati. Vivo il social freezing come una forma di assicurazione rispetto alla realizzazione di un futuro progetto di avere un bambino», racconta Cristina, 39 anni. Molte donne come Cristina, chi per motivi professionali, chi personali, chi di salute, per esempio, infertilità e un tumore ovarico, si trova oggi di fronte a dovere rinunciare o rimandare una possibile maternità. Lei ha scelto la seconda opzione. Continua a leggere su MarieClaire.it

Perché con gli anni si diventa meno fertili

Che con l’età la fertilità femminile diminuisca è risaputo. Ma quale sia la ragione specifica per cui le cellule uovo, superate una certa età, abbiano maggiori difficoltà a generare nell’incontro con lo spermatozoo un embrione vitale è molto meno chiaro. Ora uno studio di ricercatori canadesi aggiunge un tassello interessante al quadro.

La figura dell’uomo nell’epoca della PMA

Quale ruolo riveste oggi l’uomo nel delicato tema della riproduzione assistita? Il Dott. Umberto Valente, Specialista in Endocrinologia e Malattie del Ricambio (U.O.C. Andrologia e Medicina della Riproduzione dell’A.O. Università di Padova), esperto on line di Progestazione.it per i quesiti afferenti l’area maschile, affronta in questo articolo questo tema, spiegando come sia necessario e fondamentale superare tabù e accettare con responsabilità un ruolo più “attivo” e partecipe.

EVATAR, l’apparato genitale femminile diventa un chip

Sembra un hardware ma è una fedele riproduzione biologica dell’apparato riproduttivo femminile, ottenuto in laboratorio con campioni di cellule e tessuti umani; sviluppato dai ricercatori della Northwestern Medicine, EVATAR (da Eva + Avatar) ci permetterà di studiare meglio i tumori cervicali, testare contraccettivi, indagare sulle cause degli aborti e dell’infertilità.

Oltre le storie: intervista ad Adele Lapertosa

Lo spazio di oggi della rubrica #oltrelestorie è dedicato ad Adele Lapertosa, autrice del libro “Il bambino possibile. Guida alla fecondazione assistita“, edito da Il Pensiero Scientifico Editore, un’ottima guida per le coppie su come orientarsi nel mondo della Procreazione Medicalmente Assistita.

PMA, l’importanza della personalizzazione

PMA, stimolazione ormonale e risposta ovarica: come stabilire l’approccio più efficace e sicuro per la donna, rispettando il più possibile la naturalità? Vediamo il parere dell’esperto, nella seconda parte dell’intervista con il Prof. Antonio La Marca, Ginecologo-Ostetrico dell’Università degli Studi di Modena-Reggio Emilia e della clinica Eugin di Modena.

Fertilità maschile: cos’è e a cosa serve lo spermiogramma

Come si valuta la fertilità (o eventuale infertilità) maschile? Quali sono gli esami a cui sottoporsi? Come funzionano?