Articoli

Culle di vetro, storia della fecondazione artificiale

A quarant’anni della nascita della prima bambina concepita in provetta, la giornalista scientifica Margherita Fronte ripercorre storia e prospettive delle tecniche che hanno permesso quell’evento straordinario.

Quarant’anni sono un compleanno importante. Una cifra tonda, simbolica, che spesso invita a qualche festeggiamento più grandioso del solito e magari a qualche bilancio. A maggior ragione se il compleanno è quello di una donna la cui venuta al mondo ha cambiato per sempre la storia della medicina. Parliamo di Louise Brown, che ha spento le sue prime 40 candeline il 25 luglio scorso: un evento che come molti avrebbe voluto privato (lo ha scritto per l’occasione sull’Independent), ma che non poteva che essere pubblico, perché Louise è stata la prima bambina al mondo concepita in provetta, la prima figlia della fecondazione in vitro. E proprio con l’immagine della sua nascita avvenuta con parto cesareo nell’ospedale di Oldham,in Inghilterra – “prima la testa, poi il corpicino sporco e coperto dalla vernice caseosa, che ha protetto la sua pelle delicata durante la gestazione” – si apre Culle di vetro, il libro che la giornalista scientifica Margherita Fronte ha dedicato alla storia della fecondazione artificiale, pubblicato nel 2017 da Enciclopedia delle donne.

Dal primo, potente vagito della bambina, il libro fa un salto indietro nel tempo, per un breve ma esauriente resoconto sugli albori dell’embriologia, dalle ipotesi dei filosofi greci classici (Aristotele in primis) agli esperimenti su animali (rane, salamandre, bachi da seta, ma anche cani) di Lazzaro Spallanzani, a fine Settecento. Circa centocinquanta pagine dopo, il libro si chiude con un bilancio su successi e limiti della tecnica, che dal 1978 a oggi ha dato la vita a milioni di bambini nel mondo: sei milioni, secondo una mostra celebrativa in programma allo Science Museum di Londra fino a novembre).

Continua a leggere

Fecondazione assistita, l’appello: “Il governo aiuti le coppie”

Un appello dal congresso dei centri Cecos. Resta il problema della donazione di ovociti.

Limitare il turismo procreativo facendo chiarezza sulle norme che regolano la donazione di ovociti. È l’appello di Cecos Italia, l’associazione dei centri di studio e conservazione ovociti e sperma, per voce del suo presidente, Marco Filicori. “La scienza offre sempre più supporti tecnici per aiutare le coppie desiderose di prole, ma è necessario anche che il quadro legislativo si evolva per aiutare le famiglie”, ha affermato il ginecologo a margine del convegno sulla Riproduzione assistita e la diagnosi prenatale, organizzato dai Centri Medici GynePro in collaborazione con Cecos Italia, oggi a Bologna. “Lancio un appello al futuro governo: è necessario modificare le norme che regolano la donazione di spermatozoi ed ovociti, prevedendo in Italia, come in altri Paesi europei, la possibilità di offrire un rimborso per le spese che attualmente donatori e donatrici sostengono da soli”. In questo modo, secondo gli esperti, sarebbe possibile diminuire il costo delle pratiche di procreazione assistita eterologa almeno di qualche migliaio di euro, allargando quindi il numero di coppie che se ne potrebbero avvalere.

Continua a leggere

L’inquinamento come causa di insuccesso della Fecondazione Assistita: lo studio

Secondo le stime dell’OMS, quasi il 15% delle coppie in età fertile ha problemi di infertilità.

L’infertilità è un problema sempre più diffuso sia tra gli uomini che tra le donne. Tra i principali fattori di rischio citiamo lo stile di vita, l’inquinamento e l’età. In questi casi, accertato lo stato di infertilità per una qualsiasi causa, la coppia può tentare la via della Procreazione Medicalmente Assistita (PMA).

Uno studio coreano pubblicato da Human Reproduction, ha dimostrato come le donne che seguono cicli di fecondazione assistita, se esposte quotidianamente a elevati livelli di inquinamento atmosferico, potrebbero avere probabilità notevolmente ridotte, se non dimezzate, di rimanere incinte e di portare avanti la gravidanza rispetto alle donne meno esposte a questo fattore di rischio.

In particolare, Seung-Ah Choe, i suoi colleghi della School of Medicine della Cha University e della clinica della fertilità Cha di Seoul, hanno analizzando il nesso tra inquinamento e fecondazione assistita; focalizzando l’attenzione sui tassi di gravidanza relativi a più di 6.600 cicli di fecondazione in vitro (Ifv) nell’arco di nove anni.

Ne è risultato una notevole riduzione dei tassi di concepimento, ed un aumento degli aborti tra le donne esposte ai massimi livelli di cinque tipi di inquinamento dell’aria.

Continua a leggere

Gravidanza e rischi genetici: ecco che cosa si può sapere “prima” grazie ai nuovi esami diagnostici

Nuovi esami aiutano le coppie a ridurre l’ansia dell’attesa. Perché oggi si può valutare la possibilità di trasmettere malattie ereditarie e scegliere eventualmente la fecondazione assistita per unire i “gameti giusti”.

Nove mesi in cui ci si sente invincibili, fortissime. Aspettare un bimbo è un momento magico per qualsiasi donna, ma prima o poi tutte fanno i conti con quell’ansia sottile che all’improvviso si pianta in testa: e se non è sano? Ogni coppia vorrebbe la certezza che tutto filerà liscio: oggi grazie ai progressi della medicina sembra possibile mettere a tacere almeno un po’ di brutti pensieri, soprattutto se al benessere del figlio si comincia a pensare ancor prima di concepirlo. Nuovi esami, oggi, aiutano le coppie a ridurre l’ansia dell’attesa. Perché oggi si può valutare la possibilità di trasmettere malattie ereditarie e scegliere eventualmente la fecondazione assistita per unire i “gameti giusti”. Ecco nel dettaglio delle schede le diagnosi a disposizioni.

Continua a leggere

Fivetta la cicogna provetta

Fivetta la Cicogna Provetta è una favola sulla nascita per i bambini nati in provetta e per i loro genitori. Come raccontare al proprio figlio che è nato grazie alla scienza e all’ostinato amore di mamma e papà?
Fivetta vuole essere uno strumento in più per i moderni genitori, sempre di più, che riescono a diventarlo grazie alla fecondazione assistita e non solo”.

copertina-fivetta

Il progetto, nato dalla fantasia di Silvia Mangone, autrice, e di Simona Peres, illustratrice, per realizzarsi pienamente ha bisogno del sostegno e dell’aiuto economico di tutti coloro che vorranno credere a questa bellissima storia. Per questo motivo, sul sito fivetta.it, è stata lanciata una campagna di crowdfunding per la stampa e la distribuzione del libro.

Se sei curioso di vedere come evolverà il progetto, o se vuoi partecipare attivamente alla campagna di crowdfounding, visita il sito fivetta.it 

Anche il Papillomavirus responsabile dell’infertilità nei maschi

Il nuovo Piano vaccinale approvato dalla Conferenza Stato-Regioni a gennaio 2017 introduce il vaccino contro il Papillomavirus (gratuito per le ragazze dal 2007) anche per i maschi tra gli 11 e i 12 anni. L’Hpv è ormai noto per essere il principale responsabile del tumore dell’utero e di altri tipi di cancro; una nuova ricerca italiana ora dimostra che la presenza del virus nel liquido seminale ostacola anche la fertilità dell’uomo, riducendo le probabilità di gravidanza in chi si affida alla fecondazione assistita. Continua a leggere

“Chiedi ai nostri esperti”: il nuovo servizio di Progestazione.it

Avete dubbi sulla Procreazione Medicalmente Assistita? Il team di esperti di Progestazione è pronto a rispondere gratuitamente a tutte le vostre domande e chiarire qualsiasi dubbio sul percorso verso una nuova nascita.

Sul portale infatti è stato appena  lanciato il servizio “Chiedi ai nostri esperti”, dove un team di professionisti risponderà direttamente alle domande su fertilità, tecniche di fecondazione assistita, ovulazione, stimolazioni ormonali e tutto quello che vuoi sapere per portare a termine una gravidanza.  Le risposte sono pubblicate su un archivio sempre aggiornato, in modo da renderle visibili a tutti gli utenti.

 

esperti prog

 

Progestazione con il suo nuovo servizio si pone l’obiettivo di facilitare il dialogo con gli Esperti, senza ovviamente sostituirsi alla visita medica.

Leggi le risposte degli Esperti di Progestazione, e se vuoi fai la tua domanda.